Costanzo attacca Scalia e Pompeo

listapdI toni sono molto accesi all’interno del PD in merito alle elezioni provinciali. 

Costanzo: “Ho letto le dichiarazioni del candidato Pompeo e non raccolgo il suo invito fuorviante ad abbassare i toni. Al contrario: di fronte alle sconcerie, alle cattiverie, alle scelte politiche ed amministrative scellerate, i toni dello scontro politico devono necessariamente essere alzati perché la nostra dignità politica e personale non può essere messa in discussione da chi predica bene ma razzola malissimo. Noi non ci stancheremo di evidenziare tutte le negatività della candidatura di Pompeo. La sua è una candidatura assolutamente arbitraria, decisa da pochi intimi, nelle stanze dei poteri forti, senza il minimo dibattito interno al PD e per questo non può essere in alcun modo riconosciuta dal nostro Partito. Per essere ancora più espliciti: i tre principali centri di spesa del nostro territorio (Cosilam, Asi e Saf) hanno condiviso e sostenuto la candidatura di Pompeo poichè coniugano i loro interessi con la spasmodica ansia da seggio del Senatore Scalia. Inoltre il comune di Ferentino non può essere il centro del mondo, avendo già un Senatore in carica, un membro del Cda dell’ASI da oltre un decennio ed un elenco infinito di ruoli politici nel corso degli anni scorsi, con ventimila abitanti a fronte di 500mila di tutta la provincia! Non c’è una linea politica, non c’è un programma, non c’è nulla. Solo un carrozzone politico sorretto da accordi di poltrone, un’ammucchiata trasversale che avrebbe creato scandalo anche nella Prima Repubblica. E basta anche con questa storia del Governo Renzi: il governo per le riforme non può essere la giustificazione di inciuci locali, così come la Riforma Delrio non giustifica assolutamente quello che sta accadendo. Noi ci presentiamo con un progetto politico chiaro e pulito, di prospettiva, affidato al sindaco più giovane della provincia di Frosinone Enrico Pittiglio che, siamo certi, avrà uno straordinario successo. Un volto nuovo e pulito, per il quale chiediamo il voto: contro le lobby e contro i poteri forti, a favore della trasparenza e per la buona politica”.

 

Sempre nei giorni scorsi, Costanzo aveva diramato un altro comunicato politicamente durissimo contro Scalia:

“Scalia oramai parla come un uomo del centrodestra! Ed infatti la lista di Pompeo è una lista di centrodestra, tutta gente eletta contro il PD e contro il centrosinistra e che ancora oggi siede nei banchi del centrodestra. Come Alessandro Petricca, ex esponente PDL, consigliere comunale eletto con la lista “Frosinone nel Cuore”, a sostegno di Nicola Ottaviani sindaco di Frosinone; come Claudio Paolucci, assessore dell’amministrazione UDC di Monte San Giovanni Campano dove il PD invece è all’opposizione; come Antonio Trelle, uomo di Abbruzzese ed in Forza Italia; come Massimiliano Quadrini, ex dirigente provinciali UDC, avversario del nostro candidato a sindaco PD Antonella Di Pucchio. Questi sono solo alcuni esempi che evidenziano come oramai Scalia con il PD e con il centrosinistra non c’entra più nulla: è parte integrante del centrodestra. Vogliamo parlare di quello che è accaduto a Sora, con il consigliere Enzo Petricca, riferimento del Senatore Scalia, ha salvato l’amministrazione del sindaco Tersigni? Dopo Sora la prossima mossa sarà Frosinone: se, per ipotesi, si apre la crisi a Frosinone città, Scalia darà le direttive ai suoi di andare in soccorso di Ottaviani. Il carrozzone con accordo PD,Ncd,FI,UDC è palese, marchiato a fuoco su tutti gli esponenti che si sono prestati a questo scandalo. Noi siamo altro: denunceremo questi misfatti in tutte le piazze ed in tutte le sedi opportune, nel contempo sosterremo con forza il progetto giovane e pulito del PD lavorando per Enrico Pittiglio Presidente della Provincia”.

Nei giorni scorsi anche l’europarlamentare Francesco De Angelis aveva replicato duramente a Scalia con un post su facebook “Facciamo chiarezza”. De Angelis: “Ma si, ha ragione Scalia, facciamo un po’ di chiarezza. La verità è sotto gli occhi di tutti e i cittadini, quando sarà il momento, sapranno giudicare e punire con il loro voto la tua ammucchiata con il centrodestra. Le bugie e i falsi racconti lasciano il tempo che trovano. Hai spaccato il PD, diviso il centrosinistra, resuscitato e unito la destra. Oggi si può dire che sei il nuovo leader della destra in provincia di Frosinone. Insieme a te ci sono Abbruzzese, Pallone, Fardelli, Scittarelli, Tersigni e Ottaviani. Hai salvato Il Sindaco Tersigni e la destra a Sora e hai riempito la tua lista alle provinciali con candidati del centrodestra. Peggio di te nessuno. Mentre ad Anagni il sindaco Bassetta presentava la candidatura di Pittiglio, a Frosinone, Ottaviani, Tersigni, Pallone e Abbruzzese presentavano Pompeo. Io al posto tuo mi sarei vergognato. Vuoi cambiare il DNA del PD ma non ci riuscirai, noi restiamo una grande forza di sinistra e riformatrice ed è per questo che sosteniamo con passione e con entusiasmo la candidatura di Enrico Pittiglio e la lista del PD. Bastano queste immagini, per capire dove stai tu e dove sta il PD. Noi dove siamo sempre stati, coerenti con la nostra storia e con i nostri valori, mentre invece tu oggi sei con la destra peggiore di questa provincia”.

Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close