Spiagge inquinate nel Lazio

marenoDati negativi per il mare del Lazio. I campionamenti di Legambiente dicono che a Ostia, Fiumicino, Ardea, Torvajanica, Anzio, Nettuno, Circeo, Gaeta, Tarquinia, Santa Marinella, Santa Severa, Marina di Cerveteri e Ladispoli l’acqua è “letteralmente merdosa” (copyright Dagospia) perché contiene valori molto al di sopra dei limiti consentiti di escherichia coli ed enterococchi intestinali.
La situazione più critica è lungo il litorale romano. Se poco meno di un mese fa diverse località avevano conquistato le “vele blu” assegnate da Legambiente e Touring club italiano, ora sotto accusa sono le zone vicino ai corsi d’acqua. I dieci punti più inquinati sono infatti
Santa Marinella (alla foce del canale sul Lungomare Pirgy in località Santa Severa),
Marina di Cerveteri (alla foce del fosso Zambra),
Ladispoli (foce Rio Vaccina),
Fiumicino (foce Canale dei Pescatori),
Roma-Ostia (foce del fiume Tevere),
in due punti a Torvajanica (alla foce canale altezza via Filadelfia e alla foce canale all’altezza di via Siviglia)
e ad Ardea (foce del fosso Grande).
Rispetto allo scorso anno i tecnici hanno analizzato anche due nuovi punti, anche questi giudicati “fortemente inquinati”:
ad Anzio (Lido dei Gigli alla foce del fosso Cavallo Morto – Lungomare delle Sterlizie)
e a Nettuno (nella affollatissima spiaggia a destra della foce del fosso Loricina).
Giudicati “inquinati” invece gli altri due punti di prelievo effettuati
a Roma-Ostia (Foce canale spiaggia presso cancello n.1)
e a Ladispoli (foce fiume Statua).
Unico punto risultato con valori di inquinanti nella norma, nella provincia di Roma, è stato quello alla spiaggia a sinistra della foce del Rio Torto a Pomezia.

A Viterbo è “fortemente inquinata” la foce del fiume Marta in località Lido di Tarquinia.

Anche in provincia di Latina sui 9 campioni prelevati dai tecnici di Goletta Verde ben 5 sono risultati con una carica batterica elevata: a San Felice a Circeo e a Gaeta sono stati effettuati due prelievi e in entrambi i casi è risultata fortemente inquinata l’acqua prelevata alla foce di due torrenti mentre nella norma quella prelevata nelle spiagge limitrofe.
“Inquinate”, inoltre, le acque prelevate
nella spiaggia di Gianola a Formia (spiaggia presso Rio Santacroce)
e a Marina di Minturno (alla foce del fiume Garigliano).
Entro i limiti di legge, infine, Terracina (foce del canale Sisto, in località San Vito)
e Fondi (foce canale Sant’Anastasia).

Lascia una Risposta








 Acconsento al trattamento dei miei dati personali (Regolamento 2016/679 - GDPR e d.lgs. n. 196 del 30/06/2003). Privacy Policy.

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi