Ictus, reparto a Frosinone entro il 2015

hospAddio corse a Roma nei casi di ictus. L’Unità di Trattamento Neurovascolare, primo e fondamentale passo per il Dea di II livello, all’ospedale di Frosinone sarà realtà entro la fine del 2015. Fondamentale, in tal senso, è l’importante investimento privato della Fondazione Roma, che ha approvato e finanziato un progetto presentato lo scorso 29 aprile dalla Asl di Frosinone. L’ha annunciato ieri al Messaggero il direttore generale della Asl Isabella Mastrobuono. Il contributo complessivo della Fondazione è di 898.000 euro ed è destinato, con una ulteriore compartecipazione della Asl, non solo allo Spaziani ma anche agli altri tre presidi sanitari della provincia. Ricordiamo, comunque, che non distante da noi, c’è un centro di alta specializzazione ed eccellenza che riguarda proprio i casi di ictus, parliamo di Neuromed, il centro specializzato localizzato a Pozzilli (Isernia), in Molise, che dista circa 45 minuti da Fontana Liri.

Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi