Regione Lazio, fuori dal commissariamento della Sanità

Il Lazio fuori dal commissariamento, dopo dieci anni di “lacrime e sangue”. A decretare l’allentamento della morsa su quella che era la “regione canaglia” per eccellenza – con quasi 2 miliardi di disavanzo certificato nel 2007 – è stato oggi il Consiglio dei ministri, seguito all’ultima verifica di due giorni fa in sede di tavolo tecnico con l’Economia sul Piano di rientro. L’alleggerimento non sarà immediato: l’uscita vera e propria potrebbe aversi anche tra pochi mesi, anche se la deadline fissata per un ritorno alla normale amministrazione è il 31 dicembre 2018.
Zingaretti: come per la Brexir c’è un processo da seguire. «Come per la Brexit – ha spiegato il governatore e attuale commissario Nicola Zingaretti, durante la conferenza stampa a Palazzo Chigi – è necessario mettere mano a tutta una serie di pratiche amministrative, c’è un processo da seguire, per cui sono necessari tempi tecnici». Certo è che l’appuntamento elettorale della primavera non gioca a favore: solo con la prossima Giunta si potrà tornare alla normalità e designare un nuovo assessore alla sanità.

Pubblichiamo le slide informative. 

171130SLIDE_FUORI_DAL_COMMISSARIAMENTO

Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi