Davanti al camino

Poesia di Sergio Proia
Davanti al camino
Sto davanti al camino e penso,
stasera non mangio,
mi accorgo che piango,
le lacrime mi scendono dagli occhi
senza un perché,
sto male e non vedo più
chi sta intorno a me.
Non ci sento, parlate più forte,
che pesano questi anni
che addosso mi porto.

Sto davanti al camino e dormo,
sogno i campi, qualcuno che strilla,
poi mi sveglio, guardo la fiamma del fuoco
e mi riaddormento.
Sogno la neve, il lago, i cani, il buio,
la gente, le mani.

Sto davanti al camino e guardo,
la camera è stretta, non resisto,
apro la porta ed esco,
sono padrone del mondo.
Cammino un po’ e poi mi sveglio,
sto ancora davanti al fuoco.

Sto ancora qua e aspetto,
penso, piango, dormo, guardo,
un sospiro mi risuona nel petto
e sento che, piano piano,
si è fatto tardi.

Lascia una Risposta








 Acconsento al trattamento dei miei dati personali (Regolamento 2016/679 - GDPR e d.lgs. n. 196 del 30/06/2003). Privacy Policy.

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi